Home Sport Tutta l’Italia applaude l’Ascoli per il fair play, ma i tifosi si...

Tutta l’Italia applaude l’Ascoli per il fair play, ma i tifosi si infuriano

Bepi Pillon, allenatore dell'Ascoli
Bepi Pillon, allenatore dell'Ascoli

Ascoli – Reggina, minuto 14: Valdez, difensore della squadra calabrese, riceve palla ma, resosi conto di essersi infortunato, cerca di mandarla fuori dal campo per ricevere le cure mediche del caso. Non si accorge di nulla però Sommese, centrocampista ascolano, che, convinto di aver recuperato palla “normalmente”, va sul fondo e crossa per Antenucci che sigla il gol dell’1-0.

Apriti cielo. Si scatena immediatamente una maxi rissa con i giocatori reggini che cercano di farsi giustizia nei confronti di Sommese, a sua volta difeso dai compagni di squadra. Dopo cinque minuti di contestazioni l’arbitro espelle il reggino Costa e si riprende la gara.

A questo punto il bellissimo gesto di fair play da parte di Bepi Pillon, allenatore dei marchigiani: ordina ai suoi giocatori di far segnare gli avversari imediatamente, ed infatti Pagano viene lasciato libero di andare verso la porta avversaria e appoggiare tranquillamente in rete.

La Reggina, pur in inferiorità numerica, vincerà l’incontro per 3-1, aggravando pesantemente una situazione di classifica già deficitaria per i marchigiani, che si trovano al terz’ultimo posto in classifica.

I tifosi, dopo la partita, si infuriano con la squadra: non tanto per la grave sconfitta interna, quanto proprio per il gol regalato agli avversari. Tutti i giocatori vengono insultati, e si rende necessario l’intervento delle forza dell’ordine per rendere più tranquilla la situazione.

Intervistato alla fine del match, Pillon appare sconsolato: “Il gesto di fair play? Forse non lo rifarei. Ho ricevuto molti complimenti per quello che ho fatto, ma ci tengo a precisare che è stata una decisione presa da tutta la squadra”.

Pier Francesco Caracciolo