Home Cultura Milano, assegnati gli Ambrogini d’Oro

Milano, assegnati gli Ambrogini d’Oro

Si è svolta questa mattina alle ore 10, al Teatro Dal Verme di Milano,  la cerimonia di consegne delle civiche benemerenze 2009: gli Ambrogini d’Oro. Tra i premiati Mario Calabresi,  direttore de “La Stampa” e figlio del commissario Luigi Calabresi, ha dedicato l’onorificenza che gli è stata assegnata alle 17 vittime della strage di piazza Fontana del 12 dicembre 1969.  “L’Ambrogino che mi hanno consegnato – ha spiegato Mario Calabresi – l’ho dedicato alle vittime della strage di piazza Fontana. Le vittime hanno una doppia pena perché i loro nomi non vengono neppure ricordati. Allora dedico questo Ambrogino a loro: c’erano quattro persone che si chiamavano Carlo, poi c’era Pietro, Paolo, Luigi, Mario, Giulio, Gianni, Eugenio, Calogero, Vittorio, Girolamo, Attilio, Oreste e Angelo.”

L’Ambrogino è andato anche alla primogenita del premier Marina Berlusconi, “manager di grande successo ed eccellenza milanese”, presidente di Mediaset e Mondadori, che ha voluto dedicare  il premio al padre Silvio e alla mamma Carla Dall’Oglio, mostrandosi onorata di ricevere tale riconoscimento da parte della sua città.

“Per me è un grandissimo onore – ha detto – questo è un riconoscimento che simboleggia il meglio di Milano, mi piace particolarmente questo premio perché abbraccia tutte le categorie, e riguarda le persone e i mondi più diversi con una filosofia aperta, direi forse americana. Una città – ha aggiunto – che accoglie, che si mostra generosa con le persone di buona volontà e con chi ha voglia di fare e di crescere. Credo che questo premio non venga dato solo a me, ma che sia un premio che riguarda le aziende che fanno parte del nostro gruppo e nelle quali lavoro: riguarda Mediaset, Mondadori e Mediolanum e tutto quello che queste aziende hanno fatto e continuano a fare per Milano, sicuramente in termini di occupazione, ma anche come motore di informazione, di cultura, di innovazione e di modernità.”

La scelta di Marina Berlusconi, voluta e imposta dal Sindaco Letizia Moratti ha fatto discutere tanto che questa mattina, tra i consiglieri d’opposizione presenti alla cerimonia, diversi indossavano qualcosa di viola, in ricordo del No B-Day che si è tenuto sabato 5 dicembre. 

Premiati gli ex calciatori Paolo Maldini e Giuseppe Bergomi, l’architetto Stefano Boeri e gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana: ” Vogliamo rivolgere un pensiero a tutti coloro che hanno creduto in noi – ha detto Gabbana – ma vogliamo dedicare l’Ambrogino a Milano che ci ha reso famosi e ci ha permesso di lavorare nel mondo della moda”.

Claudia Fiume