Home Cultura Obama a Springsteen: “Io sono il presidente, però lui è il boss”

Obama a Springsteen: “Io sono il presidente, però lui è il boss”

large_obam

L’attore Robert De Niro, il produttore Mel Brooks, il cantante Bruce Springsteen, il pianista e compositore di jazz Dave Brubeck e la cantante lirica Grace Bumbry ricevetterono ieri i  premi annuali delle arte sceniche, nel Kennedy Center di Washington. In una cerimonia a cui preserono parte anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama e sua moglie  Michelle, e celebrità come Edward Norton, Jack Black, Matthew Broderick, Ben Stiller, Martin Scorsese, Sting o Philip Seymour Hoffman.

“Io sono il presidente, però lui è il boss” scherzò Obama, riferendosi a Springsteen, durante un ricevimento privato organizzato nella sala est della  Casa Bianca. Prendendo a prestito una frase de sua moglie Michelle, Obama ricordò come “questi artisti sono memorie viventi di una semplice verità: le arti di una certa maniera non sono separate dalla nostra vita nazionale, si trovano nel cuore della nostra vita nazionale“. Il presidente rese omaggio ai premiati, sottolineando i successi ottenuti da ciascuno di loro. In particolar modo, parlando del boss della musica, paragonò i suoi concerti a delle celebrazioni in cui ogni persona sente di avere un ruolo specifico e in cui ognuno “indipendemente da quello che sei o da quello che fai, ti meriti una possibilità di raggiungere il sogno americano“.

Annastella Palasciano

 

,