Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Sesso durante i periodi di malattia, indagata un’impiegata trevigiana

Sesso durante i periodi di malattia, indagata un’impiegata trevigiana

imgp068394

«Debora, quarant’anni, riceve amici a Treviso Nord». Sembrebbe uno dei tradizionali annunci da 166 che si trovano nelle pagine finali dei peggiori quotidiani. Ma questa volta la vicenda è particolare.
Tutto è cominciato con la segnalazione di un viavai sospetto in un appartamento della cittadina veneta: la situazione sembrava quella vista e rivista, un covo del sesso a pagamento. E così sono scattate le indagini delle forze dell’ordine, che hanno riservato non poche sorprese.
Scoprire quanto accadeva fra le mura di quell’abitazione non è stato difficile per gli inquirenti, così come accertare che chi ‘operava’ in quelle stanze non era né il proprietario né un suo familiare.  Restava da identificare chi fosse la protagonista degli incontri a luci rosse.
Si è quindi passati a indagare per cercare di ricostruire l’identità della donna, e qui il colpo di scena: si tratta di un’impiegata in un ente pubblico cittadino nel cuore di Treviso. Una donna assolutamente insospettabile, cordiale e riservata, che aveva l’unica pecca di usufruire con una certa frequenza di permessi per malattia: giorni, che diventavano poi settimane, utili per esercitare la sua ‘seconda’ professione; l’influenza, gli acciacchi, non mi danno tregua, si giustificava la donna, che in realtà sfruttava i periodi di fermo per arrotondare quello stipendio che non doveva evidentemente accontentarla.
La posizione della fantomatica ‘Debora’ è ora al vaglio degli inquirenti, per lei si profila un’accusa di truffa ai danni dello Stato per il mancato servizio reso in ufficio nei giorni di assenza. Qualora invece la procura non dovesse ritenere la circostanza penalmente rilevante, la sanzione potrebbe limitarsi a un provvedimento da parte dell’ente pubblico.

Giorgio Piccitto