Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Teheran, scontri fra studenti e polizia durante la giornata dello studente

Teheran, scontri fra studenti e polizia durante la giornata dello studente

scontriiran

Quest oggi a Piazza Enghelab, a Teheran, si sono verificati gravi incidenti e scontri fra studenti manifestanti e polizia. Motivo degli scontri sono stati i vari slogan anti-governativi che gli studenti hanno lanciato in occasione della manifestazione per la “Giornata dello Studente“. A detta dei testimoni, la polizia avrebbe fatto uso di gas lacrimogeni e avrebbe anche sparato in aria. Vari oggetti sono andati in fiamme tra cui diversi cassonetti dell’immondizia.

Le urla che hanno causato l’intervento delle forze dell’ordine sono stati “Allah Akbar” (Dio è grande) e “morte al dittatore“. La marcia degli studenti intendeva dirigersi verso l’università centrale della città, protetta da agenti in uniforme, in borghese e miliziani islamici Basiji. Tutto ciò nasce da un appello studentesco che invitava a riunirsi a Piazza Enghelab e marciare per la città. Ma dopo i primi cori, gli agenti sono passati all’azione facendo disperdere i manifestanti per le viuzze del centro città.

Gli enti locali avevano avvertito che la giornata era solamente simbolica in memoria di alcuni studenti uccisi nel 1953 a causa di incidenti scoppiati durante una visita a Teheran dell’allora vice presidente americano Richard Nixon. Ogni altro atto illegale sarebbe stato punito con severità. E così è stato. Inoltre per impedire assembramenti sia all’interno che all’esterno dell’ateneo, la polizia si è schierata sparando anche colpi in aria. Vietati i collegamenti internet con siti esteri e la presenza di giornalisti stranieri.

Giuseppe Greco