“Capitano, mio Capitano”… Francesco Totti scende in strada per difendere il suo domestico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:42

Il Capitano della Roma, Francesco Totti
Il Capitano della Roma, Francesco Totti

ROMA – La lite è scoppiata sabato pomeriggio davanti ad un supermercato in via dell’Oceano Indiano : ad accendere la miccia, una banale questione di parcheggio. Mario Perez (47 anni), domestico filippino da tempo al servizio della famiglia Totti, stava andando a comprare i pannolini per Chanel, la femminuccia di casa. Ma, mentre si accingeva a fare manovra, è stato investito dagli insulti di un altro automobilista che in breve è passato dalle urla alle vie di fatto. «Era un ragazzo italiano su venticinque anni – racconta il domestico di Totti – Si è fermato, è uscito, è sceso, è venuto verso di me, ha urlato qualcosa e ha cominciato a prendere a calci la macchina. Una, due volte, tre. A quel punto ho aperto lo sportello. Gli ho dato una spinta. Lui è caduto. Quando si è rialzato, mi ha dato un pugno. Mi usciva il sangue dalla bocca e quello non la finiva…”

Totti era a casa, a poche centinaia di metri. Quando ha ricevuto la telefonata del suo dipendente, il capitano Giallorosso non ha esitato un attimo e, dopo aver avvertito i carabinieri, si è precipitato strada prendendo di petto l’aggressore: “Aho’, ma ch’hai fatto? Bastava un vaff… e te je meni?”

Una pattuglia dell’Arma, nel frattempo, stava arrivando a sirene spiegate e davanti al supermercato si era raccolta, intanto, una piccola folla che andava aumentando via via che i passanti riconoscevano il campione.

Il giovane italiano è stato denunciato a piede libero per lesioni. Francesco Totti, dopo la piccola ”lezione”, è tornato a casa. Bravo Capitano!

Giuliana Ricci

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!