Passaggio digitale, in bilico il canone per il Lazio 2010

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:48
Storia digitale
Storia digitale

Da un punto di vista tecnico infatti, il segnale televisivo è un’informazione elettronica e, in quanto tale, può essere rappresentato in forma analogica oppure in forma digitale.

Dopo che la Regione ha speso 600mila euro per gli opuscoli sul digitale inviati nelle case a passaggio già avvenuto e non ancora recapitati in tantissime zone, arrivano a farsi sentire le proteste.
La Regione Lazio chiede al governo un incontro per analizzare le difficoltà legate al passaggio al digitale terrestre nella regione e per esaminare la possibilità di esentare i cittadini del Lazio dal pagamento del canone Rai 2010. La richiesta è stata inviata in una lettera firmata dall’assessore regionale alla Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrativa Anna Salome Coppotelli e dal vicepresidente della Regione Lazio Esterino Montino destinata a Giulio Tremonti.

Ancora oggi il segnale arrivi con difficoltà e in molte zone non si vedono le tre reti principali della Rai. Per non parlare poi dei cittadini che hanno dovuto sostenere ulteriori spese poiché residenti in zone non raggiunte dal segnale e sono stati costretti a comprare il decoder satellitare e la parabola.

Riccardo Basile

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!