Home Cultura Si inaugura a Scicli “Ierioggi”: mostra d’arte nella culla del barocco

Si inaugura a Scicli “Ierioggi”: mostra d’arte nella culla del barocco

images barocco

Oggi 8 dicembre a Scicli, all’interno del Centro Espositivo Chiaroscuro, in cui dal 21 novembre e fino al 10 gennaio è in corso “Ierioggi”, sarà tenuta la prima esposizione del Gruppo di Scicli in cui artisti, studiosi, curiosi e operatori nel campo dell’arte si ritroveranno alle ore 18.30.
Antonio Sarnari, curatore di “Ierioggi”, e il Laboratorio Correnti, l’associazione culturale che promuove negli spazi di Chiaroscuro, sono stati i promotori della mostra del Gruppo – del quale il Senato ha acquistato una serie di opere per la collezione permanente di Palazzo Madama – e che permetterà ai venti artisti che hanno accolto la proposta di confrontarsi con i maggiori esponenti del mondo dell’arte in Sicilia.
L’iniziativa rappresenta un’ulteriore conferma per la città siciliana perla del barocco e culla del Gruppo, che a trent’anni di distanza dalla sua fondazione continua ad essere un punto di riferimento per la creatività di giovani artisti e per il dialogo sul tema dell’arte che lo hanno reso non solo laboratorio creativo ma anche dialettico.
Scicli, città inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, terra natìa del noto pittore Piero Guccione, nonché paesaggio reso celebre in quanto scenario di molti successi cinematografici, da Kaos, a Non parlo più, da Il capo dei capi sino alla celebre fiction de Il commissario Montalbano, è ormai la patria di artisti e cultori dell’arte, siciliani e non, e per la prima volta il Gruppo ha deciso di esporre nella città da cui ha preso il nome.
Anche quest’anno tema portante dell’iniziativa che trasversalmente coinvolge sia gli artisti, sia gli organizzatori che i galleristi, è il dibattito sul mercato dell’arte e sulla promozione culturale: la questione assume particolare rilevanza oggi, in un periodo in cui i privati che investono nel settore dell’arte non riescono a sostenere i costi e hanno bisogno di aiuti che li supportino nelle iniziative.

“Attraverso il confronto e il dibattito vorremmo arrivare a predisporre un’azione coordinata per opporsi al potere con cui mercanti e gallerie, spesso disinteressati al valore culturale dell’opera, schiacciano gli artisti, ne mortificano il lavoro di ricerca interiore e quindi quel contributo di riflessione e analisi critica che ogni artista suggerisce alla società e al territorio cui appartiene. Occorre confrontarsi, dunque, ed elaborare strategie condivise per superare questo genere di ostacoli”  ha sottolineato il promotore dell’iniziativa Antonio Sarnari, ponendo le basi del dibattito che si svolgerà oggi.

Fino al 10 gennaio inoltre saranno in programma incontri con gli artisti, performance teatrali e musicali organizzati nei pressi del suggestivo “torrente coperto” di Scicli in collaborazione con il Laboratorio Correnti, si terranno corsi di primo contatto con l’arte per bambini tra i 5 e i 10 anni e verranno proposti pacchetti turistici di visita guidata nella cittadina di Scicli.
L’ingresso alla mostra “Ierioggi” è gratuito.

Martina Guastella