Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca I genitori dei bimbi di Pistoia: “Nessun perdono per le maestre”

I genitori dei bimbi di Pistoia: “Nessun perdono per le maestre”

asilonidouno_web--400x300

Le maestre arrestate per i maltrattamenti sui bambini all’interno dell’asilo nido “Cip e Ciop” di Pistoia continuano a chiedere perdono. Dopo Elena Pesce, scoppiata in lacrime già nel corso dei primi interrogatori, anche Anna Laura Scuderi – la titolare della struttura incriminata – invoca clemenza: la 41enne si dice profondamente depressa e malata, all’interno della sua cella nel carcere di Sollicciano non riuscirebbe a dormire né a mangiare.

Ovviamente ciò non basta per muovere a compassione i genitori delle piccole vittime. “Non la perdonerò né ora né mai” ha dichiarato la mamma di un bambino vittima dei maltrattamenti già qualche anno fa, aggiungendo: “Se aveva capito di essere malata, perché non ha chiuso gli asili?”. Il coro dei genitori è unanime e non lascia il minimo spiraglio di perdono per le due donne; anzi il loro pentimento non è ritenuto sincero e le dichiarazioni di depressione e malattia sono viste soltanto come un tentativo di difesa dai futuri provvedimenti giudiziari.

Anche il sindaco di Pistoia Renzo Berti fa capire quanto per la città toscana siano ancora troppo fresche le ferite inferte dai recenti fatti di cronaca: “La città ha subìto una ferita profonda dalla quale stenta a riaversi – dichiara il sindaco – il tempo la lenirà, ma ora dobbiamo metabolizzare e capire quanto accaduto”.

Le due maestre potrebbero presto essere trasferite in una diversa sezione della prigione fiorentina, principalmente a causa del pesante clima venutosi a creare intorno a loro all’interno del penitenziario. Dalla prossima settimana la Scuderi sarà inoltre assistita da uno psichiatra.

Daniele Ciprari

Comments are closed.