Home Sport Fiorentina, impresa storica a Liverpool

Fiorentina, impresa storica a Liverpool

liverpool fiorentina

Liverpool – Metti una sera ad Anfield. Impresa storica della Fiorentina che espugna il campo del Liverpool all’ultimo secondo, con una prestazione superlativa fatta di cuore, talento e convinzione, conquistando anche il meritato primo posto del girone di Champions League. Sulla carta, non doveva essere una partita all’ultimo sangue, con i Reds già eliminati e certi dell’Europa League e i Viola, pur interessati al primo posto, già qualificati per gli ottavi, per i quali quindi, una sconfitta all’Anfield Road non sarebbe stata certo uno scandalo.

Si comincia con formazioni ampiamente rimaneggiate, prive di diverse stelle di prima grandezza. Nel Liverpool si rivede Aquilani. L’inizio è da copione, sotto ritmo, con le due squadre che si studiano decidendo se è il caso di farsi male. Senza Jovetic e Mutu, tocca a Montolivo far capire agli inglesi che alla Fiorentina la posta interessa un po’ di più, mettendo prima De Silvestri in condizione di colpire di testa, poi andando personalmente alla conclusione. In entrambi i casi, il portiere dei Reds Cavalieri se la cava egregiamente.

E’ la sveglia all’incontro. Gli inglesi, non abituati nel calcio a nicchiare, decidono che la partita la vogliono vincere. Ne fanno, al solito, una questione d’orgoglio. Ci pensa allora il leader, il capitano, Steven Gerrard, a cambiare le sorti dell’incontro, con una punizione delle sue che si arrota potente e maligna dalla trequarti per andare a trovare la testa di Benayoun, torsione perfetta e palla all’angolino lontano. Uno a zero alla fine del tempo.

Si ricomincia. La Fiorentina prova ad attaccare e il Liverpool a ripartire. Gilardino pesca bene Jorgensen che tira un rasoterra imparabile e pareggia. Reato di lesa Maestà. Rafa Benitez butta Torres nella mischia e la pressione inglese comincia a farsi insistente. Prandelli controbatte con Vargas e Marchionni. L’incontro si accende, giocato a viso aperto. Proprio allo scadere, da una rapida volata sulla fascia dell’asso peruviano, arriva un preciso cross per Gilardino, che ha gioco facile ad insaccare il gol partita e scrivere una pagina di storia del calcio fiorentino, raggiungendo al contempo tale Gabriel Batistuta nella classifica dei migliori marcatori viola di sempre nelle competizioni europee. (fgmg)