Il Mediterraneo nacque dalla maggiore inondazione della Terra

mediterraneoCirca 5,33 milioni di anni fa quello che i romani chiamavano “Mar Nostrum” era un deserto di altissime temperature situato a 1.500 metri di profondità, dove la vita era quasi inesistente e l’acqua si riduceva ad alcune piccole pozze. Fino a quando la maggiore inondazione mai conosciuta sulla Terra riempì quella cavità, dando origine, in meno di due anni, al Mediterraneo.
La straordinaria scoperta rivoluziona le teorie precedenti che sostenevano come il Mar Mediterraneo aveva impiegato dai 10 ai 10.000 anni a formarsi. Lo studio, pubblicato questa settimana dalla rivista Nature, è stato realizzato dai ricercatori spagnoli del Consiglio Superiore di Investigazione Scientifica  (CSIC).
Secondo la nuova teoria, circa 5.ooo anni fa, il Mediterraneo era completamente secco perché era rimasto “isolato” dall’Atlantico per un lungo periodo di tempo, circa 300.000 anni. Fino a quando lo stretto di Gibilterra soffrì uno sprofondamento tettonico e le acque dell’oceano si riversarono, con tutta la potenza possibile, nel Mediterraneo.  L’inondazione fu velocissima, tanto che il livello del mare crebbe 10 metri ogni giorno. Il nuovo mare si formò in meno di due anni, un battito di ali in confronto all’eta della Terra.
Annastella Palasciano