Home Sport

Calcio, parla Balotelli: “Lasciatemi vivere in pace”

CONDIVIDI

balotelliE uno degli uomini più chiacchierati dellintero calcio italiano. Alla tenera età di 19 anni probabilmente pochi calciatori nella storia del nostro paese sono stati così al centro di tante vicissitudini – in campo e fuori – quanto Mario Balotelli. Dopo il gol segnato su punizione contro il Rubin Kazan in Champions League, che ha aiutato lInter a raggiungere gli ottavi di finale, Super Mario ha deciso di togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

In una intervista rilasciata a SportWeek, il settimanale della Gazzetta dello Sport che arriverà domani nelle edicole, il talento nerazzurro si scatena: La mia vera forza? Lasciarmi scivolare addosso tutte le chiacchiere sul mio conto. Per Balotelli, nato nel 1990 a Palermo da genitori ghanesi e cresciuto poi in provincia di Brescia con la sua famiglia adottiva, lo sfogo continua.

A volte vorrei dire: lasciatemi in pace, lasciatemi vivere! – prosegue lattaccante – Non è possibile leggere ogni giorno le stesse cose, quasi sempre negative. La gente finisce per non capire più chi sono veramente. E sono una persona buona, educata, impulsiva. Troppo impulsiva.

Leccellente prestazione da lui fornita nellultima gara di Champions, finora la partita più importante dellanno per la sua squadra, gli è servita per ritrovare parzialmente se stesso dopo le mille polemiche delle settimane precedenti: Lassist di tacco contro il Rubin mi ha dato quasi più soddisfazione del gol.

Ad un predestinato come lui, che ha esordito in serie A a 17 anni e che molti vorrebbero vedere in maglia azzurra in occasione dei prossimi Mondiali 2010, letichetta di antipatico e provocatore proprio non va giù. Più che sulle pagine dei giornali, le risposte più concrete che il ragazzo può dare contro le critiche dovrebbero arrivare dal terreno di gioco; ma magari per questo cè ancora tempo.

Daniele Ciprari