Home Spettacolo Gossip Marco racconta il suo rapporto con Morgan (che si dichiara “inutile”)

Marco racconta il suo rapporto con Morgan (che si dichiara “inutile”)

MarcoMengoni_XFactor

Fresco vincitore della terza edizione di X Factor, con il suo Extended Play Dove si vola in testa a tutte le classifiche, Marco Mengoni si concede una nuova intervista alla rivista Tu per raccontare la sua esperienza nel loft del talent show di RaiDue.

Le prime settimane – ha detto – sono state molto piacevoli perché eravamo tanti concorrenti e ogni sera era una festa. Anche se allinizio è stata dura, a causa delle incomprensioni tra me e Morgan. Per esempio, io ho labitudine di alzare gli occhi al cielo e Morgan si irritava perché pensava che fosse un gesto sprezzante o di superbia. Invece lo faccio solo quando non capisco qualcosa che mi viene detto.
Molti pensano che sia una sorta di Dottor Jekyll e Mister Hyde. – ha aggiunto – Ma la mia trasformazione sul palco è dovuta alleffetto che mi fa la musica: per me è come una droga. Penso che sia affascinante ciò che non si conosce e non si riesce a capire. Perciò, spero che un po di mistero invoglia la gente a seguirmi e scoprirmi.

E mentre Marco si prepara ad affrontare lavventura di Sanremo 2010, dove parteciperò nella categoria dei big, Morgan si concede una pausa di riflessione, parlando al TgCom della sua nuova opera di scrittore, Dissoluzione (Bompiani, 224pag 12,50€).

Tutto quello che ho voluto fare – ha detto Morgan – è sentirmi inutile, ho voluto fare un discorso inutile e anche il disco è inutile. E anche la vita è inutile e corta.
Ho vinto inutilmente. – ha aggiunto a proposito della terza vittoria consecutiva di un suo artista ad X Factor – Se questo serve a qualcuno non so ma tutto quello che volevo fare era essere inutile. Hanno vinto i discografici con gli inediti che non sono neanche usciti dall’utero ma sono rimasti lì. Non mi fanno fare il mio lavoro e loro sono inutili più di me dal momento che io lo sono molto di più. Insomma il mio delirio è l’unica cosa certa che esista.

Laltra cosa certa di questo delirio è che Morgan ha dissotterato definitivamente lascia di guerra, ribadendo ancora la scarsa considerazione che ha per tutto il mondo della discografia italiana.
Se il prossimo anno potrà rivestire il ruolo di direttore artistico, ci sarà da divertirsi.

Mattia Nesti



Comments are closed.