Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Graviano smentisce Spatuzza

Graviano smentisce Spatuzza

foto_17427538_25140

Le dichiarazioni di Gaspare Spatuzza sono state smentite dalle deposizioni di altri due boss, Filippo Graviano e Cosimo lo Nigro, chiamati ad intervenire sulla sentenza di condanna a 9 anni per associazione mafiosa che nel 2004 era stata comminata al Senatore del PdL Marcello dell’Utri. Il fratello di Filippo Graviano, Giuseppe, ha invece fatto sapere di non poter deporre per motivi di salute, e successivamente il suo legale ha diffuso il contenuto di una lettere che il boss ha indirizzato alla Corte e nella quale lamenta le condizioni estremamente dure della sua detenzione.

Filippo Graviano ha cominciato la deposizione premettendo che avrebbe risposto nei limiti delle sue possibilità, aggiungendo di essere da circa 10 anni un attento cultore della legalità.

“Non ho mai detto quelle cose a Spatuzza”: secca la smentita nei confronti delle frasi pronunciate dal pentito, secondo cui i 2 avrebbero avuto un colloquio nel 2004 nel carcere di Tolmezzo. Graviano esclude questa possibilità, aggiungendo di non aver mai conosciuto il Senatore Dell’Utri nè direttamente, nè indirettamente.

Breve ma sulla stessa linea la testimonianza di Lo Nigro, che alla domanda del Pg Gatto, se fosse mai stato a Campofelice di Roccella, ha risposto “mai stato”. Spatuzza aveva invece affermato che nel 1993 Lo Nigro e Giuseppe Graviano si sarebbero incontrati proprio presso la località balneare palermitana, e in quell’occasione Graviano avrebbe parlato a Spatuzza del progetto dell’attentato all’Olimpico di Roma.

Soddisfazione da parte di Dell’Utri e Berlusconi per le dichiarazioni di Graviano e Lo Nigro: il primo aspetta la sentenza, mentre il Premier dice di essere arrivati alle comiche e che quelle di Spatuzza sono tutte falsità.

Antonio Grassia.