Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Iran: leader Raeliani a rischio pena di morte, si sfiora l’incidente diplomatico...

Iran: leader Raeliani a rischio pena di morte, si sfiora l’incidente diplomatico con la Turchia

rt

Chi l’avrebbe mai detto? Due potenze come l’Iran e la Turchia, che recentemente hanno sugellato la loro intesa con una serie di trattati economici, rischiano l’incidente diplomatico. E tutto per un Ufo. La storia vede come protagonista Negar Azizmoradi, leader del Movimento Raeliano in Iran, che ha chiesto asilo proprio al paese turco. La donna si considera una perseguitata, e nel suo paese rischierebbe la pena di morte per motivi religiosi: il movimento del quale è leader sostiene l’ipotesi che la vita sia stata portata sulla Terra attraverso l’ingegneria genetica da extraterrestri scientificamente avanzati. I Raeliani ritengono altresì che si possa raggiungere l’immortalità e praticano la libertà sessuale: una condotta vietata da Teheran, da cui la rchiesta di asilo.
La donna è stata arrestata alcune settimane fa nell’aereoporto di Istanbul, mentre tentava di abbandonare l’Iran con dei documenti falsi. Subito dopo la scarcerazione avrebbe dovuto essere rimpatriata, ma ha dato inizio alle pratiche per la richiesta di asilo.
“E’ una situazione molto complessa, perché la Turchia ha oggi rapporti ottimi con il governo iraniano”, ha commentato Hazhir Saeedi, presidente dell’Organizzazione internazionale dei rifugiati iraniani, con sede a Londra, che ha anche ricordato come “in base alle leggi della Repubblica Islamica, la realiana è colpevole di un crimine contro la religione islamica e quindi punibile con la morte”.
Una vicenda spinosa, che in Turchia è diventato un vero e proprio caso politico: Necla Arat, parlamentare del principale partito di opposizione, il Chp, ha rivolto di recente un’interrogazione al ministro degli Esteri Ahmet Davutoglu, chiedendo come intendesse comportarsi in merito alla vicenda, considerato che “la vita è il più importante dei diritti fondamentali”.

Giorgio Piccitto