Home Sport Calcio – Juventus: k.o. anche Mauro German Camoranesi

Calcio – Juventus: k.o. anche Mauro German Camoranesi

camoranesi

Gianluigi Buffon sarebbe stato operato allindomani della delicata trasferta di Bari. Questo lo si sapeva. Quello che non ci si aspettava, ovviamente, era la sconfitta in terra di Puglia. Ma questo è il calcio. Ora il numero uno della Juventus e della Nazionale, può godersi il tanto meritato quanto obbligato riposo. Ha stretto i denti da ottobre in poi tenendo a bada un ginocchio malandato e, soprattutto, un menisco, quello esterno delginocchio sinistro, frantumato. Ora dovrà stare fermo almeno 40 giorni, salterà almeno cinque partite e tenterà di rientrare per il big match contro la Roma il 24 gennaio. Sarà dura, ma lui proverà ad esserci. La porta della Juventus sarà protetta dallaustriaco Manninger, che già nella passata stagione laveva fatto egregiamente, quando Buffon era alle prese con seri problemi muscolari. Il portierone bianconero salterà le sfide di campionato contro Catania, Parma, Milan e Chievo, e quella contro il Napoli in Coppa Italia. A fargli compagnia, oltre ai lungodegenti Iaquinta, Chiellini e Sissoko, ci sarà, purtroppo, anche Mauro German Camoranesi. Subito dopo la sfida contro il Bari, al rientro a Torino, il centrocampista sera sottoposto ad accertamenti al CTO. Diagnosi: trauma contusivo alla coscia destra, ricovero notturno precuzionale al centro ospedalizzato presso la clinica Fornaca e poi a casa. Il problema? Una lesione post traumatica del muscolo vasto laterale con residuo ematoma intramuscolare. In poche parole? Uno strappo muscolare. Nei prossimi giorni verranno eseguiti ulteriori accertamenti che permetteranno di definire l’entità del danno e quindi l’esatta prognosi e l’orientamento terapeutico. Ma la sensazione è che il gaucho dovrà stare fermo parecchio tempo. Si teme uno stop di tre mesi. Il che vuol dire che Camoranesi tornerà a disposizione soltanto a fine marzo. Unaltra tegola per la Juventus. Esattamente la 37ima tegola. E gli oltre 70 infortuni della passata stagione sono sempre più vicini. Non siamo nemmeno a metà stagione…

Andrea Bonino