Facebook: ecco i virus che rubano le identità e violano la privacy

Facebook MalwareIniziano purtroppo a diffondersi programmi virali che colpiscono principalmente gli account Facebook e Twitter e si diffondono grazie all’invio di messaggi automatici a tutti gli amici, proprio come i vecchi virus si diffondevano auto-inviandosi a tutti gli indirizzo e-mail della nostra rubrica.
“Mi chiedo cosa pensino di me”, dice Matt Marquess, un impiegato di San Francisco il cui account di Twitter ha inviato in automatico messaggi con un finto buono sconto di 500$ per Victoria’s Secret.

Se una volta i virus colpivano solo i file del proprio hard disk, ora attaccano direttamente la nostra privacy e possono rovinare la nostra immagine.

Oltretutto i software antivirus funzionano poco contro questi malware web che colpiscono i social network e quindi molti utenti credono di essere protetti, ma invece si ritrovano ad essere assolutamente vulnerabili a questo tipo di attacchi.
Questi virus sono drammatici in quanto chi viene colpito è immediatamente esposto pubblicamente, tramite l’invio di messaggi, spesso imbarazzanti, a tutti i contatti di Facebook o Twitter.
Spesso ci si infetta tramite l’apertura di link presenti in messaggi inviati da conoscenti proprio tramite il social network e con una reazione a catena si infettano poi altre persone, che a loro volta ne infetteranno altre, e così via.
Inizia una nuova era per i virus informatici, che vanno a colpire non il computer dell’utente, ma il suo account in un social network, con conseguenze pubblice che possono essere devastanti.

Sebastiano Destri