Home Sport Milan, tra distacco invariato e mercato

Milan, tra distacco invariato e mercato

Adriano
Adriano

Domenica pomeriggio il Milan avrebbe potuto allungare il suo distacco dalla Juventus, che era stata fermata nell’anticipo di sabato sera dal neo promosso Bari di Ventura; invece è stato bloccato in casa dal Palermo, rigenerato dalla presenza di Rossi, subentrato al tecnico Walter Zenga (la cui esperienza in rosanero, dopo un discreto inizio, ha visto un periodo di buio che gli ha fatto perdere il posto). Il Milan, prima di questa sconfitta veniva da una striscia di vittorie utili, anche se ad inizio campionato la squadra di Leonardo sembrava che non avesse ingranato molto. Un po come i rossoneri di ieri pomeriggio cui, tutto sommato, poteva andare peggio: si sarebbero potuti allontanare sempre di più dalla vetta ma i cugini dellInter sono stati fermati sull1-1 dall’Atalanta di Conte (gol di Tiribocchi al 35 del secondo tempo).

Ieri l’amministratore delegato dei rossoneri Galliani, ai microfoni di Sky, ha dichiarato che a Gennaio il Milan dovrebbe tornare sul mercato in cerca di un attaccante che possa giocare sia a destra che a sinistra. I nomi più gettonati sono principalmente due:

Goran Pandev: il macedone, ormai in rottura con la Lazio di Lotito, potrebbe giungere a parametro zero ma pare che il Milan non abbia fatto, almeno per ora, alcun sondaggio e, inoltre, il macedone è seguito pure dai cugini del Inter e dalla Juventus di Ferrara.

Milos Krasic: il giovane esterno dello Spartak Mosca si è messo in evidenza nella fase a gironi della Champions e rimane lobiettivo principale. Prima di investire sul funambolico serbo il Milan dovrebbe fare cassa, cedendo magari Gattuso (il Manchester City avrebbe nuovamente  mandato degli osservatori a San Siro per visionare il centrocampista rossonero che ha comunque recentemente rinnovato il contratto fino a giugno 2012, riducendosi anche lo stipendio).

Ruggero Di Vincenzo