Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca ALLARME TRAFFICO: A ROMA SI PERDONO 11 GIORNI L’ANNO IN CODA.

ALLARME TRAFFICO: A ROMA SI PERDONO 11 GIORNI L’ANNO IN CODA.

traffico-napoli

Avete mai provato a contare i minuti trascorsi nel traffico ogni giorno?. Probabilmente non ci avete mai pensato, ma a questo servono statistiche e ricerche che ormai hanno invaso tutto lo scibile umano. Da qualche anno circola lo studio  che calcola il tempo perso ogni anno da un automobilista tra scappamenti, clacson e virate improvvise alla ricerca del varco giusto, quello che fa guadagnare i preziosissimi 5 minuti. Si resta nel dubbio amletico, lo voglio sapere davvero oppure no?; è il classico  ritornello della verità che a volte fa male. Il filosofo Eraclito con il suo panta rei(tutto scorre),catapultato  a bordo di un automobile intasata nelle vie del centro di Roma, avrebbe guardato fuori dal finestrino il biondo Tevere e si sarebbe fatto una risatina compiacente. O magari, chi lo sa, a suon di clacson e imprecazioni , stanco di giocare con freno e frizione avrebbe coniato il suo nuovo aforisma, “tutto scorre purchè si vada a piedi”.

Ipotesi presumibile perché i giorni che passiamo nel traffico sono tempo buttato via che evapora a discapito di un impiego alternativo, e i dati usciti dal recente studio  farebbero perdere l’apatheia, la pace dei sensi, persino al grande pensatore greco.

La mappatura temporale stilata dal CODACONS dopo un anno di monitoraggio del traffico urbano è sconfortante  nel conteggio spietato e freddo dei minuti  . Roma è la città più congestionata d’Italia, fino a  260 ore bruciate tra ingorghi e rallentamenti,pari a circa 11 giorni all’anno  seguono a ruota Milano con 240 ore(dieci giorni esatti) e Napoli 210 ore(8,75 giorni). La viabilità cittadina, spiega il CODACONS, è peggiorata in tutte le città italiane, con una media di percorrenza di 30 km orari. Il tratto più congestionato d’Italia, era facile immaginarlo,è  il lungotevere romano.

La soluzione proposta per la capitale è un piano generale per il traffico che assessorato e commissione Mobilità stanno programmando “nel pieno rispetto della mobilità sostenibile”. Parallelamente giungono inviti dal presidente CODACONS Carlo  Rienzi ad utilizzare maggiormente il trasporto pubblico. Un invito legittimo ma fuori luogo se rapportato alla situazione della capitale  ,rimasta una delle poche metropoli al mondo priva di un sistema di mezzi pubblici efficiente.

L’ invito allo sfruttamento di qualcosa che non c’è non ha senso, l’alternativa và creata, il passo successivo sarà quello di sensibilizzare i cittadini a farne uso, ma questo, osservando gli esempi di Londra, Parigi e Madrid, sarebbe la naturale conseguenza.

Giulio Serafino.