Home Cultura In Spagna si cercano i resti di Federico García Lorca, il grande...

In Spagna si cercano i resti di Federico García Lorca, il grande poeta fucilato dai franchisti

GRANADA – Il maltempo rallenta gli scavi in corso nei dintorni di Víznar, vicino Granada: da oltre un mese si cercano i resti di Federico García Lorca (Fuente Vaqueros, 5 giugno 1898 – Fuentegrande de Alfacar, 19 agosto 1936), fucilato dai franchisti e sepolto in una fossa comune insieme ad altri oppositori.

Garcia Lorca_(1914)
Garcia Lorca_(1914)

Ragazzo prodigio dalla personalità tormentata nel 1919 giunge a Madrid, per proseguire gli studi nella famosa Residencia de Estudiantes: si colloca in questi anni l’incontro con Luis Buñuel e Salvator Dalì, una delle amicizie più profique della Edad de Plata dell’arte spagnola. Poeta e drammaturgo, Lorca fa parte della cosiddetta generazione del ’27, un gruppo di scrittori che affrontò le Avanguardie europee con risultati eccellenti. Dopo un lungo viaggio negli Stati Uniti – nel corso del quale scrive il suo capolavoro, “Poeta en Nueva York”, amara riflessione sull’alienazione dell’uomo e sull’ingiustizia sociale nella società moderna- torna in Spagna nel 1930.

Nella Guerra Civile si schiera apertamente a favore delle forze repubblicane: comunista e omosessuale, viene fucilato dai Falangisti il 19 agosto 1936 e gettato in una tomba senza nome a Fuentegrande de Alfacar. Da un mese si scava per dare al poeta una degna sepoltura: secondo la stampa spagnola le ricerche non hanno finora consentito di ritrovare resti umani. Una notizia non confermata ufficialmente:le ricerche sono coperte dal più rigoroso riserbo.

Giuliana Ricci