Home Cultura PhotoANSA 2009: per capire e ricordare l’anno che sta finendo

PhotoANSA 2009: per capire e ricordare l’anno che sta finendo

ROMA – Un anno attraverso gli occhi dei fotografi ANSA dallItalia e dal mondo: oltre 400 immagini raccolte nel corso dellanno che sta per concludersi, da chi e sempre in prima linea per raccontare gli avvenimenti, piccoli e grandi, ovunque accadano.

photo_ansa_2009
photo_ansa_2009

“LANSA per noi è unistituzione, perché con le sue notizie rende un servizio al paese e alla democrazia. Per questo qui siete a casa, per il rispetto che il Senato ha per il vostro lavoro: con queste parole il presidente Renato Schifani è intervenuto alla presentazione della quinta edizione della raccolta fotografica “Photoansa 2009”, che si è svolta sotto gli affreschi della Sala Zuccari.

Allevento – realizzato in collaborazione con Alitalia e Bbva Autorenting – sono intervenuti anche Giulio Anselmi e Luigi Contu ( Presidente e Direttore dellANSA) e, per un interessante “primo piano” sulle donne nella realtà contemporanea, la senatrice Anna Finocchiaro, lonorevole Daniela Santanche e le atlete azzurre Diana Luna (golf) e Margherita Granbassi (scherma).

Il volume edito da Ansa, Terna e Lottomatica non racconta tutto il 2009, perche noi giornalisti abbiamo operato le nostre scelte ha spiegato il presidente dellAnsa Giulio Anselmi. Né è una raccolta di belle immagini. Il nostro criterio di selezione è stato un criterio tutto giornalistico, abbiamo scelto quel che ci sembrava più importante fra i fatti dellanno. Cè insomma quel che, dopo dodici mesi, è rimasto impresso nella nostra mente, nel cuore, nelle nostre emozioni.

Una sintesi di eventi globali e vicende private per capire e ricordare lanno che si sta chiudendo: dai cataclismi naturali in Abruzzo e in Sicilia, al G8; dal dramma dellAfrica, al voto alle donne in Afghanistan; dallesultanza delle atlete azzurre, alla crisi finanziaria mondiale; dalle immagini private della famiglia Obama, alla morte di Michael Jackson; dalleclissi solare, alle Dolomiti patrimonio dellumanità.

Giuliana Ricci