Home Spettacolo Dead of Night, arriva o no il film su Dylan Dog?

Dead of Night, arriva o no il film su Dylan Dog?

dead-of-night-brandon-routh

E atteso, ormai da tempo, nelle sale di tutto il mondo, Dead of Night, il film che ha come protagonista lindiscusso eroe del fumetto italiano Dylan Dog. La saga, ideata da Tiziano Sclavi e pubblicata dalla Sergio Bonelli Editore aveva già ispirato un film nel lontano 1994: Dellamorte Dellamore, interpretato da Rupert Everett e diretto da Michele Soavi.

Ma questa volta, il nostro eroe non è solo ispiratore di una pellicola bensì diventa un attore della vicenda a cui dona il proprio nome. Il lungometraggio verrà prodotto dalla Dimension-Miramax sulla base della sceneggiatura di Joshua Oppenheimer e Thomas Dean Donnely. Per  la regia è stato scelto il giovane regista commerciale Breck Eisner. Invece, è già disappunto tra i fan per la scelta di Brandon Routh nel ruolo di Dylan. Gli appassionati del genere avrebbero visto meglio nel ruolo unormai troppo anziano Rupert Everett (attore che ha  ispirato Sclavi per limmagine dellindagatore dellincubo).

In ogni caso, la Dimension-Miramax assicura che la pellicola sarà carica di romanticismo, orrore e indagini pericolose…Eccone la trama: la giovane Elizabeth Ryan, tornata a casa di notte, trova il cadavere del padre con la giugulare recisa e un enorme licantropo ad aspettarla. Sfuggita alle grinfie del mostro racconta tutto alla polizia. Non creduta, ha un unico modo per sfuggire alla galera: rivolgersi a Dylan Dog, lindagatore dellincubo…

 A differenza del fumetto da cui trae spunto, Dead of Night non è ambientato a Londra ma a New Orleans. Questo è già sufficiente a far indispettire il pubblico più accorto. Ma cè un altro dettaglio fastidioso in questa produzione: non cè alcuna traccia di Groucho, storico assistente di Dylan. La nuova spalla del detective si chiama Marcus e non ha proprio le fattezze di Groucho Marx. I produttori confessano che la famiglia del grande comico non ha ceduto i diritti dautore indispensabili per utilizzarne l immagine. Pazienza.

A questo punto resta una sola domanda da fare: quando arriverà nelle sale la tanto attesa pellicola?

Valentina Carapella

Comments are closed.