Home Cultura Tatanka Scatenato: per volere di Saviano

Tatanka Scatenato: per volere di Saviano

boxe

Dopo l’incredibile successo, sia sul piano editoriale che a livello cinematografico, di Gomorra, noto romanzo del giovane campano Roberto Saviano, il cinema tenta la doppietta ispirandosi nuovamente ad un’opera del celebre scrittore.

Stavolta non ci sarà il fenomenale Matteo Garrone dietro alla macchina da presa bensì Giuseppe Gagliardi, regista alla sua opera seconda dopo ”La vera leggenda di Tony Vilar”.  Il titolo del film è Tatanka scatenato, racconto contenuto nalla raccolta La bellezza e l’inferno di Roberto Saviano;  la pellicola sara’ prodotta da Margherita Film e Minerva.

La sceneggiatura, oltre a  Saviano e Gagliardi, vede coinvolti anche Maurizio Braucci, Massimo Gaudioso, Salvatore Sansone e Stefano Sardo. Tale progetto è stato ritenuto talmente valido a livello artistico da guadagnarsi 1.400.000 euro di contributo da parte del Ministero dei Beni Culturali.

Colui che ha ispirato tale racconto è il pugile Clemente Russo, anch’esso campano, il quale ha accettato di interpretare sè stesso davanti alle telecamere abbandonando, momentaneamente, i guantoni per calarsi nel ruolo di attore protagonista del film in questione:  Tatanka, infatti,  è il soprannome affibiato a Russo sul ring. Le riprese inizieranno nel 2010, diverse saranno le location entro il quale il film verrà ambientato: oltre all’Italia si girerà molto anche in Germania, a Berlino.

Valeria Panzeri