Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Influenza: in arrivo l’ondata di stagionale, 2 milioni di italiani a letto

Influenza: in arrivo l’ondata di stagionale, 2 milioni di italiani a letto

febbre45Due milioni di italiani troveranno una sgradevole sorpresa sotto l’albero di Natale. Dopo la pandemia dell’H1N1, che aveva fatto da apripista nell’ondata influenzale dell’inverno, infatti, arriverà, come ogni anno ma con un certo anticipo rispetto al passato, la classica influenza stagionale. Sarà necessario, dunque, non abbassare la guardia, perché tra l’ondata di gelo e qualche serata più godereccia del solito per festeggiare le vacanze natalizie (oltre che durante i viaggi, che moltiplicano le occasioni di contagio), si potrebbe presentare una sindrome influenzale, e nel caso di influenza non sottovalutarla ma combatterla in maniera severa e attenta, e ciò vale particolarmente per i soggetti a rischio (in particolare malati cronici, persone affette da cardiopatia, diabete, con problemi respiratori, donne in gravidanza e bambini sotto i due anni d\’età).

“Non abbassare la guardia”, invita infatti il professore Fabrizio Pregliasco, virologo dell\’Università di Milano, che ha diffuso le stime sul numero di malati. Assieme a lui un elevato numero di esperti invita alla cautela. A causa dell’influenza A la stagione influenzale è arrivata con largo anticipo, quest’anno, con dei casi registrati già a settembre, il che ha rimandato l’isolamento del virus stagionale, che non è ancora avvenuto; si è verificata anche una sovrapposizione dei due ceppi, che ha reso più complicata la predisposizione di idonei rimedi di cura.  La stagione influenzale 2009-2010, inoltre, è fortemente atipica: c\’è stato un esordio anticipato a causa dell\’ondata pandemica legata all\’influenza A e ciò ha determinato un ritardo nell\’isolamento del virus stagionale, che non è ancora avvenuto. L’Organizzazione Mondiale della Sanità paventa inoltre il rischio di nuove ondate della malattia e il livello di attenzione degli esperti è ancora alto.

Rimangono validi per la cura dell’influenza gli antivirali comuni, secondo Pregliasco,  ma il loro uso, specifica, “anche in combinazione con i comuni anti infiammatori, gli antibiotici o i trattamenti per altre patologie concomitanti, deve essere sempre deciso dal medico curante\’\’.

Loredana Spedicato