Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Berlusconi: “Andrò avanti per il bene del paese”

Berlusconi: “Andrò avanti per il bene del paese”

berlusconi-rifletteDurante una manifestazione di solidarietà nei suoi confronti per l’aggressione di Tartaglia  , svoltasi a  Verona, il Premier è intervenuto telefonicamente per ringraziare tutti i presenti e non solo,ma in generale tutti quelli che hanno mostrato affetto verso di lui in questi momenti sicuramente non molto semplici da attraversare. “Andrò avanti per il bene del paese” è stato ciò che ha voluto far presente sin da subito, “perchè queste iniziative mi danno ulteriore spinta” ha poi proseguito.

Nel frattempo gira, soprattutto su internet, “la teoria del complotto” (..che in questi casi è sempre presente): diverse fotografie rivelerebbero la presenza di un “qualcosa” in mano al Presidente del consiglio” qualcosa che lo avrebbe “aiutato”  a sanguinare. Il tempo intercorso tra il momento esatto  in cui viene colpito e l’inizio del fluire del sangue all’esterno, in effetti, per certi versi sospetto. Solo dopo essere uscito dall’auto per tranquillizzare i familiari e i presenti infatti il sangue è presente sul volto del Cavaliere; Diversi secondi quindi sono passati senza che il sangue “apparisse”. Questa teoria, sicuramente da verificare in modo a dir poco minuzioso, si scontra con la possibilità che il tipo di ferita possa aver fatto si che il sangue non uscisse immediatamente ma appunto dopo alcuni secondi ( ne esistono effettivamente di diversi tipi), in più alcuni sostenitori del PdL ridicolizzano tale teoria, sostenendo il fatto che se il Premier avesse voluto veramente organizzare un complotto, sarebbe stato un suo complice vicino a lui a subire l’aggressione, magari dietro pagamento e quindi  il danno fisico.L’effetto mediatico sarebbe stato pressochè uguale e Berlusconi avrebbe potuto tranquillamente  “gridare” all’attentato alla sua persona fortunatamente andato male.

in un caso o nell’altro ci auguriamo tutti che di fatti simili non ne avvengano più, ne ai danni del Presidente del Consiglio, ne contro nessun’altro.

Angelo Sanna.

Comments are closed.