Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Chi è Sergio Cicala, l’italiano rapito in Mauritania?

Chi è Sergio Cicala, l’italiano rapito in Mauritania?

T8CAYF4SVBCAD8RT8ECA1N46JSCA43YTN2CAIJLHP5CAH8AY2PCA8UEAQPCA1C4JTICAF0JE4PCABJDUBXCAJXPQD1CADFIQBYCA737LDACAGRJTKDCAAYVLCDCAQHB1J2CANWWTQ4CAJQSRJ6CA5OG8N2Mentre l’unità di crisi della Farnesina ha raccomandato ai media di mantenere il massimo riserbo sulle trattative in corso per liberare i due italiani rapiti in Mauritania, iniziano a circolare le prime notizie in merito a Sergio Cicala, pensionato di Palermo, e alla moglie Philomenee Kaberee, con passaporto del Burkina Faso, rapiti nella Mauritania sudorientale da una banda armata molto probabilmente facente capo a Al Quaeda.
E’ il sindaco di Carini, comune del palermitano, a prendere la parola sia come concittadino che come amico di Sergio Cicala. Il primo cittadino di Carini dipinge Sergio Cicala come un pensionato arzillo amante dell’avventura che oramai da tempo, visto anche il legame sentimentale con l’altra rapita Philomenee Kaberee, viveva facendo la spola tra la Sicilia e l’Africa, anche se, negli ultimi mesi, Sergio Cicala ritornava a Carini sempre meno frequentemente. Il sindaco parla di vero e proprio amore per l’Africa, una terra selvaggia ma allo stesso tempo attraente per Cicala, amante dei paesaggi e degli animali.
Intanto sul fronte investigativo, fonti della polizia della poverissima Mauritania, avrebbero accertato che i due ostaggi sarebbero stati trasferiti dai rapitori nel vicino Mali. La notizia, se confermata, rafforzerebbe l’ipotesi di chi sostiene che i due italiani sarebbero finiti nelle mani dei terroristi di Al Quaeda. In Mali infatti opera il gruppo al quaeda per il Magreb.

Enzo Lecci

Comments are closed.