Home Sport Calcio-Juventus tra multe, riposo e finale di Europa League

Calcio-Juventus tra multe, riposo e finale di Europa League

europa leagueArchiviata la sconfitta interna contro il Catania, la terza consecutiva, la quinta nelle ultime sei gare tra Champions League e campionato, la Juventus si può godere il “meritato” riposo. Una settimana per riordinare le idee, per rimettersi in sesto e cominciare al meglio il 2010, concentrati sull’obiettivo: tornare ad essere la squadra d’inizio stagione, con un gioco e un’identità, per cercare di riprendere l’inseguimento all’Inter, sempre più lontana con i suoi 9 punti di distacco. Era dal marzo 2004 che non si verificava un simile filotto: allora i bianconeri vennero sconfitti nell’ordine da Deportivo La Coruna (0-1 casalingo in Champions League), Milan (1-3 interno in campionato) e Lazio (0-2 esterno nella finale di andata di coppa Italia). La ripresa degli allenamenti è fissata per il 28 dicembre, tra sette giorni esatti, con una seduta d’allenamento al centro di Vinovo. L’obiettivo è preparare l’ultimo appuntamento dell’anno solare: la trasferta in Arabia Saudita. I bianconeri, infatti, giocheranno un’amichevole mercoledì 30 dicembre, a Jeddah, contro l’Al Ittihad. Poi ancora qualche giorno di riposo e la ripresa degli allenamenti per preparare per il prossimo impegno ufficiale fissato per il 6 gennaio, quando la Signora volerà a Parma per affrontare la formazione di Guidolin nella diciottesima giornata, la penultima d’andata. Intanto l’ultima giornata di campionato contro il Catania ha lasciato strascichi anche dal punto di vista disciplinare. Il giudice sportivo ha comminato diecimila euro di multa alla società di corso Galileo Ferraris per i “cori ingiuriosi, di breve durata, nei confronti di un calciatore tesserato per altra società” intonati dai supporters bianconeri. Intanto i bookmakers si sbilanciano: la Juventus giocherà la finale di Europa League contro il Liverpool. Entrambe le formazioni, nobili decadute, stanno vivendo una situazione di crisi e non riescono ad uscire dal tunnell: eliminate dalla Champions League, cercano riscatto nell’Europa “minore”. Nelle scommesse estere infatti i reds e i bianconeri sono le favorite per l’ultimo atto della competizione Uefa: 2.50 la quotazione per la formazione allenata da Rafa Benitez, 3.50 per quella allenata da Ciro Ferrara. Sarebbe un remake della sfida di Coppa Campioni del 1985, quella vinta da Scirea e compagni nell’infausto giorno dell’Heysel, che vide la morte di 39 tifosi (32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e 1 irlandese) e causò il bando quinquennale di tutte le squadre inglesi dalle competizioni europee. Per lo stesso Liverpool la squalifica durò ben sei stagioni. L’eventuale arrivo in finale delle due compagini, metterebbe anche in palio la leadership storica nella competizione. Insieme all’Inter, infatti, la Juventus e il Liverpool sono le due squadre che hanno vinto più volte il trofeo (3). Le altre candidate in cima al pronostico dei bookmaker sono il Valencia e il Benfica (4.00), seguite dalla Roma e l’Amburgo (4.50).

Andrea Bonino