Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Processo d’appello per l’omicidio di Meredith: martedì il verdetto sul ricorso di...

Processo d’appello per l’omicidio di Meredith: martedì il verdetto sul ricorso di Rudy Guede

imagesNon accennano ad abbassarsi i riflettori sul caso della studentessa inglese Meredth Kercher. Dopo la sentenza di primo grado a carico dello studente barese Raffaele Sollecito, difeso dall\’avvocato Giulia Bongiorno e della sua ex fidanzata, la statunitense Amanda Knox, è atteso per martedì il verdetto in merito all\’appello presentato dai difensori di Rudy Guede, condannato in primo grado a 30 anni di reclusione.
Martedì quindi sarà scritto un nuovo capitolo di quello che da più parti è stato ribattezzato come il giallo di Perugia. La posizione di Guede sembra essere abbastanza complessa. L\’ivoriano infatti, in primo grado, è stato riconosciuto come l\’esecutore materiale dell\’omicidio di Meredth Kercher. La sua condanna a 30 anni, e non all\’ergastolo, deriva dal fatto che i suoi legali hanno fatto ricorso al rito abbreviato. Ebbene, per consuetudine giuridica, solitamente, il rito abbreviato corrisponde, ad una parziale ammissione di colpevolezza. Questo lo sanno abbastanza bene i legali di Rudy Guede che questo pomeriggio, dinanzi alla corte d\’appello del Tribunale di Perugia, hanno sottolineato il trattamento discriminante al quale il loro assistito sarebbe stato sottoposto durante il processo. In altre parole per gli avvocati di Rudy Guede il destino dell\’ivoriano era già scritto da principio. In particolare di colpevole disegnato e di un linciaggio da parte di quelli che sono stati definiti i difensori-accusatori, che hanno fatto di tutto non per sostenere l\’innocenza dei loro imputati ma la colpevolezza di Guede, ha parlato l\’avvocato Biscotti, legale dell\’ivoriano.
Vedremo martedì mattina come si esprimerà la corte in merito all\’appello. La sentenza di secondo grado dovrebbe arrivare in serata, dopo le repliche da parte dell\’accusa nella mattina di martedì.
Dopo il pronunciamento della corte, almeno in attesa dell\’appello di Sollecito e della Knox, scenderà (si spera) un pò di silenzio su questa vicenda che morbosamnete ha attirato stampa, opinionisti di tutte le salse e fotografi. L\’interesse per il cosiddetto giallo di Perugia non mai derivato dalla complessità investigativa del caso quanto dal retroterra sociologico su cui si è innescato.

Enzo Lecci