Home Sport BASKET – NBA – I Cavaliers espugnano il parquet di Phoenix

BASKET – NBA – I Cavaliers espugnano il parquet di Phoenix

NBALa gara di cartello di questa notte si è svolta a Phoenix tra i Suns ed i Cavaliers. Un pò a sorpresa è arrivata la prima sconfitta casalinga di Nash e compagni dopo avere vinto le prime 10 all’Us Airways Center. Dopo un primo quarto equilibrato concluso 30-29, Cleveland ha preso in mano la gara grazie non solo al solito LeBron James autore di 29 punti, 6 rimbalzi e 4 assist ma anche al prezioso contributo di Williams che mette dentro 24 punti accompagnati da 6 rimbalzi e 5 assist. Il risultato finale di 109-91 dà il peso di questa sconfitta per i Suns dove non hanno girato a dovere le loro stelle Nash e Stoudamire ma è mancato il gioco di squadra che fin qui aveva fatto dei Phoenix una seria pretendente all’anello. Nash ha servito solo 10 assist, un pò sotto la propria media stagionale ed è stato il top scorer con 18 punti. Mentre Stoudamire ha raccolto si 12 rimbalzi ma ha realizzato solo 14 punti. Per i Suns si tratta del 10° K.O. in 28 incontri ed è in continuo calo, mentre i Cavs raggiungono il 21° successo in 29 match.

Ottiene un importante successo Orlando (21v-7p) che in Florida supera in una gara punto a punto Utah Jazz (16v-12p) che la scorsa settimana aveva superato i Magic a Salt Lake City. Il risultato finale è di 104-99 per Orlando bene Howard e Carter, 21 punti e 9 rimbalzi per il primo, 18 punti e 9 rimbalzi per il secondo. Ottima prova anche di Redick, che utilizzato solo 24′ da Van Gundy riesce a realizzare 20 punti con un ottimo 7 su 9 dal campo. Nei Jazz si distigue Daron Williams con 12 punti e 18 rimbalzi.

Continua la piccola striscia vincente di San Antonio (15v-10p)  giunto a 3 vittorie dopo aver superato nella notte i L.A. Clippers (12v-15p). Gli Spurs hanno creato il divario resosi fondamentale per il successo nel primo quarto chiuso 33-19 per poi vincere abbastanza agevolmente 103-87. San Antonio è riuscta a portare ben 7 uomini in doppia cifra, vincendo con un’ottima prova di squadra, top scorer è il play Tony Parker autore di 19 punti, mentre nei Clippers non è stato sufficente la grande prestazione di Kaman con 15 rimbalzi e 23 punti.

Vittorie esterne per i Milwaukee Bucks (12v-14p) e per i Sacramento Kings (13v-14p). I Bucks si impongono ad Indiana (9v-17p) grazie ad un superlativo Bogut che realizza 31 punti e raccoglie 18 rimbalzi con un’ottima media dal campo, 14 su 19. Bene anche l’ex play di Roma, Jennings, con 16 punti e 6 assist. I Pacers, bene per metà incontro chiuso 43-36, si sono visti superare 81-84 nonostante la buona prova di Murphy e Hibbert, il primo 12 rimbalzi e 14 punti, il secondo 16 punti e 7 rimbalzi. I Kings sono andati a vincere sul difficile campo dei Chicago (10v-16p) con una rimonta che ha dell’incredibile. I Bulls partono a tutta, doppiano gli avversari a fine primo quarto (38-19) e s ritrovano con un rassicurante +24 a metà gara. Controllano nel terzo periodo rimanendo a +19 e crollano nel finale cedendo 98-102 soprattutto per stanchezza fisica dato che in campo per i Chicago sono scesi solo 7 uomini. Bene Evans tra le fila dei Sacramento con 23 punti e 8 rimbalzi, mentre nei Bulls il migliore è stato Deng con 26 punti e 5 rimbalzi.

Salvatore Morelli