Home Sport Calcio-Marcello Lippi: “Con la Juventus ho chiuso”

Calcio-Marcello Lippi: “Con la Juventus ho chiuso”

marcello-lippi-coppa-del-mondoMarcello Lippi che torna in panchina a Torino, allo stadio Olimpico, nella città che lo ha visto trionfante e trionfatore con la maglia della Juventus? Una possibilità che poteva concretizzarsi ieri sera, niente più. Ma la copiosa nevicata abbattutasi sul capoluogo piemontese non ha reso possibile il remake. Il maltempo ha annullato l’incontro tra Africa ed Europa, panchina su cui il ct della Nazionale avrebbe dovuto sedersi, tecnico per una notte. Sky, ovviamente, non s’è lasciato sfuggire l’opportunità di chiedergli lumi sulla Juventus, sulla crisi in cui è spofondata la sua ex squadra e, soprattutto, su un suo possibile ritorno a Torino. Qualche ora prima, nel pomeriggio, il cda straordinario della società di corso Galileo Ferraris si era riunito per oltre cinque ore e aveva votato favorevolmente sul ritorno in società di Roberto Bettega. Proprio “Bobby gol” portò Marcello Lippi a Torino nel 1994, quando era soltanto un giovane e promettente allenatore, aprendo un ciclo vincente in bianconero. Lo scenario ha fatto pensare, ovviamente, alla conferma del progetto-Lippi, paventato da tempo. Ma il cittì, stizzito, ha risposto così: “Sembra quasi che dietro tutto quello che succede alla Juventus ci sia l’ombra di Lippi. Non è così”. Poi l’ex tecnico di Napoli, Juventus e Inter, sempre ai microfoni di Sky, ha precisato di essersi solo limitato a rispondere ad alcune domande dei dirigenti bianconeri. “Quando mi hanno chiesto cosa ne pensavo di Ciro Ferrara allenatore, ho semplicemente detto che per me era predisposto a ricoprire quel ruolo e che poteva fare bene: ha personalità, carisma, idee chiare e conosce l’ambiente. Poi quando mi hanno chiesto di Cannavaro e Grosso ho risposto che ne pensavo tutto il bene possibile. Per me Grosso e Cannavaro sono due punti di forza della nazionale e lo saranno anche in Sudafrica. Il fatto che adesso per una serie di motivi non rendano al 100% con la Juventus non vuol dire che non facciano bene in Nazionale”. Poi Lippi ha concluso chiudendo la porta in faccia ad un suo possibile ritorno sulla panchina bianconera dopo i mondiali: “Non so cosa farò dopo i mondiali. L’ho detto un miliardo di volte e lo ripeto ancora: non tornerò alla Juventus. Nè come allenatore, nè come direttore tecnico. Bettega? Ha il bianconero nelle ossa, è una persona di grande esperienza e carisma. Se decideranno di farlo tornare penso che potrà dare una grossa mano”.

Andrea Bonino

 «Non sono il burattinaio della Juventus».