Cina: uccide tigre rara 12 anni di carcere

tigrett9Un cittadino cinese e’ stato condannato a 12 anni di prigione per aver ucciso e mangiato una tigre Indocinese. Animale rarissimo.

Kang Wannin, questo il nome dell’uomo. Aveva detto di aver ucciso l’animale per legittima difesa ma non è stato creduto dai giudici. L’accusa, quindi, ha impostato la sua requisitoria affermando che la tigre uccisa poteva essere l’ultimo esemplare della sua specie. L’animale, infatti, corre un rischio altissimo di estinzione a causa della frammentazione dell’habitat e il bracconaggio. Solo in Vietnam i tre quarti delle tigri sono state uccise per rifornire i magazzini delle farmacie cinesi. Ad oggi la specie conta in vita meno di mille esemplari nelle foreste di Laos, Vietnam, Cambogia, Malaysia e Thailandia. Il tribunale ha così imposto all’uomo una condanna a dieci anni per aver ucciso l’enorme felino più altri due per possesso illegale di arma da fuoco. Kang, è stato condannato anche a pagare una multa di 480 mila yuan (circa 48 mila euro). Oltre a lui, altri 4 abitanti del villaggio, ai confini tra la Cina e Laos, sono stati condannati a pene tra i 3 e i 4 anni di carcere per averlo aiutato a smembrare la tigre e mangiarne la carne. Nella zona dove è avvenuto il fatto, secondo un giornale locale, era stata accertata la presenza di una sola tigre, che non è stata avvistata negli ultimi due anni.

Paolo Piccinini