Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia Mister Prezzi denuncia il caro-pasta

Mister Prezzi denuncia il caro-pasta

caro pastaI dati sono chiari: l’aumento del prezzo della pasta è immotivato perchè non giustificato da un aumento del prezzo del grano. Nell’ottobre 2006 un chi­lo di frumento duro (la mate­ria prima) costava 0,15 euro, un chilo di semola (il semila­vorato) costava 0,27 euro, un chilo di pasta era venduta a 1,18 euro al consumatore. A fi­ne novembre di quest’anno al­l’origine il prezzo era salito a 0,18 euro (+4,2%), quello al­l’ingrosso a 0,31 euro (+7,1%), quello al consumo a 1,65 euro (+39,7%). A denunciare questa situazione un po’ strana Mister Prezzi, Roberto Sambuco, la figura istituita dalla Commissione Bilancio della Camera per garantire la sorveglianza dei prezzi. La cosa che più insospettiasce è che a novembre di quest’anno il prezzo della materia prima sia crollato del 30,5 % senza che ciò abbia avuto sostanziali ripercussioni sul prodotto finito.  E ciò nonostante le indagini del Garante dei prezzi e i successivi tavoli di discvussione, nonostante le multe propinate dall’Antitrust a 24 pastifici e due associazioni di settore.  In vista quindi una nuova offensiva del Garante dei prezzi che ritornerà ad incontrare i produttori ed intimare loro di non imbastire altre azioni a svantaggio dei consumatori. La dina­mica sui prezzi resta comunque poco chiara e potrà essere necessario intervenire anche con la Guardia di Finanza per smascherare manovre speculative.In ultima istanza potrà essere presentato un progetto di riforma del mercato da sottoporre al Governo.

St. C.