Home Cultura Nasce il supermotore di ricerca semantico della cultura: una rivoluzione da 1,4...

Nasce il supermotore di ricerca semantico della cultura: una rivoluzione da 1,4 milioni di euro

jhIl Ministero dell’Istruzione, dell’Università e delle Ricerche e la Cap S.p.A., azienda leader nel mercato dell’Information Tecnology, stanno portando avanti un progetto del valore di 1,4 milioni di euro che rivoluzionerà il modo di interessarsi e occuparsi di cultura nel nostro paese.
Si tratta della realizzazione di un supermotore di ricerca semantico della cultura italiana, capace di interrogare tutti i motori di ricerca del mondo e di estrapolare il sapere secondo precisi schemi di intelligenza artificiale. Il progetto vuole dare l’opportunità anche agli italiani che vivono all’estero o agli stranieri, di avere informazioni sulla cultura italiana, operando una selezione tra le milioni di pagine web e fornendo un catalogo delle pagine migliori, che non si perdano in informazioni banali, false o incomplete.
Inoltre, un algoritmo di intelligenza artificiale permetterà il funzionamento di un traduttore semantico italiano-inglese e inglese-italiano, permettendo sia agli italiani che agli stranieri di avere immediatoaccesso al motore di ricerca, essendo le pagine indicizzate tradotte in tempo reale.
A lavorare al progetto sono il Dipartimento di studi italianistici dell’Università di Pisa, il Cnr, Ministero dei Beni culturali, il Dipartimento di Informatica dell’ateneo pisano e il Consorzio Icon.
Cap contribuirà con lo sviluppo di soluzioni innovative che convergono nelle competenze nella ricerca e nelle più innovative tecnologie di sviluppo.
“Siamo molto orgogliosi di poter collaborare a un progetto così importante dal punto di vista culturale. Il supermotore aiuterà, infatti, a promuovere l’italianità” nel mondo, selezionando e mettendo in primo piano i contenuti di qualità”, ha sottolineato Luca Abatello, Business Solutions Manager di Cap.

Martina Guastella