Riccardo Muti torna al Petruzzelli

BARI, 22 DIC – Serata di gala, ieri, a Bari in occasione di quello che dovrebbe essere il primo di una serie di prestigiosi concerti in programma nel capoluogo pugliese: il maestro Riccardo Muti è tornato, dopo molto tempo, al Teatro Petruzzelli, inaugurato -dopo un interminabile restauro- lo scorso autunno.

Il Maestro alla direzione del l’Orchestra giovanile Luigi Cherubini, ha eseguito un programma tratto dal grande repertorio sinfonico e per balletto Otto-Novecentesco: l’Ouverture Fantasia in si minore dal Romeo e Giulietta di Piotr Ilic Caikovskij (1840-1893), la Suite da L’oiseau de feu (1919) di Igor’ Stravinskij (1872-1971) e la Quinta sinfonia in do minore op. 67 di Ludwig van Beethoven (1770-1827). Muti era stato ospite della Fondazione Petruzzelli, l’ultima volta, nel 2006 quando aveva diretto l’Orchestra nel Teatro Piccinni.

Sul podio, ieri sera,  ha voluto subito sgomberare il campo da possibili letture localistico-campanilistiche (il ‘molfettese’ famoso) onde evitare di trasformare l’evento – omaggio di un artista alla rinascita di uno dei più bei teatri d’Europa -in una sorta di standing ovation da talk show televisivo.

Giuliana Ricci