Home Spettacolo FBI rende pubblici documenti su Michael Jackson

FBI rende pubblici documenti su Michael Jackson

michael jacksonEd è ancora scandalo intorno alla figura del cantante!

L’FBI ha reso pubbliche 333 pagine di documenti riguardanti Michael Jackson. Il dossier, diviso in varie sezioni, riassume i procedimenti pendenti sul cantante dalla prima accusa di pedofilia del 1993 e riguarda, tra le altre cose, due accuse di pedofilia, appunto una del 1993 e l’altra del 2004, e un tentativo di estorsione ai danni del cantante. La documentazione allude, ancora, a un processo del 1997 per pornografia infantile a cui non fu dato luogo a procedere.

La novità, resa pubblica solamente ora, è che, gli inquirenti, avrebbero incontrato, per la seconda volta nel 2004, l’accusatore di Jackson del 1993. In quella circostanza non sono riusciti, però, ad ottenere la cooperazione del ragazzo. Il suo rifiuto di collaborare sarebbe stato dovuto al suo già raggiunto accordo civile con Jackson, stimato sui venti milioni di dollari.

Dal faldone emergono anche altre inchieste rimaste finora sconosciute: una di queste è relativa al possesso di materiale pedopornografico: una collezione di immagini esplicite e una videocassetta passata al vaglio dagli investigatori. Evidentemente materiale legale dato che l’inchiesta si fermò senza conseguenze per Jacko.

Il dossier contiene, inoltre, dettagli sulla vicenda di Frank Paul Jones, condannato per stalking nei confronti di Janet Jackson, nel 1993. Jones aveva anche minacciato di compiere un omicidio di massa durante un corcerto di Michael. Fu rinvenuta, in quel periodo, una lettera  datata 21 maggio 1992 in cui lo stolker minaccava di uccidere Michael se non avesse ricevuto i suoi soldi.

Valentina Carapella

Comments are closed.