Home Spettacolo Vecchi film in Televisione: stasera “Amarcord” del grande Federico Fellini

Vecchi film in Televisione: stasera “Amarcord” del grande Federico Fellini

amarcordStasera alle 23:30 su Rete 4 il film Amarcord, pellicola autobiografica del 1973, diretta da Federico Fellini e sceneggiata, oltre che dal già citato regista, da Tonino Guerra. Il lungometraggio fu presentato fuori conconso al Festival di Cannes del 1974.

La vicenda, ambientata tra la primavera del 1933 e quella del 1934, si svolge in una Rimini onirica (come la ricordava Fellini in sogno), ricostruita a Cinecittà. Narra, semplicemente, la vita dell’antico borgo (il quartiere di San Giuliano a Rimini) e dei suoi particolari abitanti: le feste paesane, il “sabato fascista”, i negozianti, la scuola,… Non mancano numerose figure stereotipate della Commedia Italiana: il matto, l’avvocato, la donna attempata in cerca di marito, la tabaccaia giunonica, i fascisti e gli antifascisti, gli adolescenti del paese presi da una nuova “esplosione sessuale”. Tra questi è messo in particolare risalto il personaggio di Titta Biondi (pseudonimo per Luigi “Titta” Benzi, amico d’infanzia di Fellini) e della sua strana famiglia. Attraverso le vicende della sua adolescenza, il giovane inizierà un percorso che lo porterà alla maturità.

Il ruolo di Titta è interpretato dall’attore Bruno Zanin, mentre Ciccio Ingrassia interpreta Teo, lo zio matto. Nella scena del lancio delle palle di neve, tra i bambini si può scorgere un piccolissimo Eros Ramazzotti, che al tempo viveva proprio nel quartiere di Cinecittà.

La notorietà della pellicola è tale che lo stesso titolo “Amarcord”, derivante dall’espressione in dialetto romagnolo “a ma r’cord”, “io mi ricordo”, è entrata, stabilmente nella lingua italiana col significato gergale di “rievocazione nostalgica”.

Valentina Carapella