Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Cina: il dissidente Liu Xiaobo condannato per sovversione

Cina: il dissidente Liu Xiaobo condannato per sovversione

Il dissidente Cinese Liu Xiaobo
Il dissidente Cinese Liu Xiaobo

Uno dei più importanti dissidenti Cinesi, Liu Xiaobo, è stato condannato a 11 anni di carcere per “incitamento alla sovversione del potere dello Stato”.

Il processo, dal quale i diplomatici e i giornalisti occidentali sono stati banditi, è seguito ad una partecipazione di Xiaobo nel 2008 nella stesura di un documento che chiedeva urgentemente riforme politiche.

Diverse persone sono rimaste ferite durante una protesta contro la sentenza ad Hong Kong.

L’associazione per i diritti umani Amnesty International ha condannato la sentenza, dicendo che la libertà di parola è a rischio.

Anche gli USA hanno manifestato il loro dissenso per la decisione. La Cina ha accusato Washington e l’UE di interferire nei suoi affari.

La sentenza dimostra che Pechino non vuole che nessuno sfidi la sua autorità.

Liu Xiaobo è un noto oppositore del governo e veterano dei moti di Piazza Tienanmen del 1989.

Scrittore  ed ex-professore universitario, è in carcere dal 2008, dopo essere stato arrestato per aver scritto un documento conosciuto come Charter 08.

La Carta invoca maggiori libertà e riforme democratiche in Cina, inclusa la fine della dittatura del Partito Comunista.

Liu Xiaobo è l’unica persona ad essere stata arrestata per aver organizzato l’appello di Charter 08,  ma anche qualche altro firmatario è stato vessato dalle autorità.

Ivan Rocchi