Home Cultura Buoni vacanze dal Governo: il turismo non pagherà la crisi

Buoni vacanze dal Governo: il turismo non pagherà la crisi

imagesCA2XG4D4Dal prossimo 20 gennaio sarà possibile usufruire dell’iniziativa dei “Buoni Vacanze” messi a disposizione dal Governo e spendibili dalle famiglie meno abbienti per vacanze al mare, in montagna, ai laghi o in qualunque posto si vorrà, comprese le destinazioni termali (esclusa l’alta stagione). Il 20 del prossimo mese si apriranno infatti le prenotazioni e sarà possibile prenotare e richiedere tramite una procedura on-line il proprio buono vacanza spendibile nel periodo gennaio-giugno.

L’iniziativa è stata proposta dal Ministro del Turismo, l’On. Michela Vittoria Brambilla, insieme al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’On. Paolo Bonaiuti.
Sono stati invitati alla conferenza stampa i rappresentanti delle associazioni che hanno dato il loro contributo al progetto Buoni Vacanze Italia, il presidente di BVI, Benito Perli, il presidente di Confindustria Federturismo, Daniel Winteler, il presidente di Confcommercio Confturismo, Bernabo’ Bocca, il presidente di Confesercenti Assoturismo, Claudio Albonetti, e il presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino.

Il finanziamento che è stato messo a disposizione del Governo è stato di 5 milioni di euro e verrà promosso da uno spot istituzionale su radio e tv.

“Grazie ai buoni vacanze stimoleremo un giro d’affari nel settore turistico che si aggira intorno ai 170 milioni per le sole strutture ricettive. Mentre considerando anche ristoranti, centri sportivi, servizi di trasporto e musei l’indotto sarà di circa il triplo” ha dichiarato il Ministro del Turismo Brambilla.

Martina Guastella