Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Campagne d’odio dal 1933 ai giorni nostri

Campagne d’odio dal 1933 ai giorni nostri

mussolini– I comitati d’azione provvederanno ad una rigorosa vigilanza affinché i giornali partecipino a questa campagna intesa a smascherare la propaganda di odio che gli ebrei stanno conducendo all’estero. Quei giornali che non parteciperanno a questa azione o vi parteciperanno solo limitatamente non dovranno per il momento più entrare nelle case dei veri tedeschi. Nessun tedesco e nessun negozio tedesco deve servirsi di questi giornali per la propria pubblicità. Essi debbono subire apertamente il disprezzo poiché scrivono per gli uomini di razza ebraica ma non per il popolo tedesco.

– I comitati d’azione, assieme alle organizzazioni di cellula del Partito nelle fabbriche, dovranno diffondere nella fabbrica la propaganda atta a svelare le conseguenze della campagna di odio ebraica per il lavoro tedesco e per il lavoratore tedesco ed in particolare dovranno spiegare ai lavoratori la necessità del boicottaggio su scala nazionale come misura di difesa per proteggere il lavoro tedesco.

– I comitati d’azione avranno inoltre il compito di far sì che tutti i tedeschi che in qualche modo sono a contatto con l’estero diffondano a scopo informativo con lettere, telegrammi e telefonate, la verità secondo cui in Germania regna l’ordine e la tranquillità, che il popolo tedesco desidera soprattutto attendere al proprio lavoro nella pace e vivere in pace con il resto del mondo e che conduce questa battaglia contro la campagna di odio scatenata dagli ebrei soltanto come una misura di difesa.

– I comitati d’azione sono responsabili affinché tutta questa battaglia si svolga con la massima calma e disciplina. A nessun ebreo dev’essere torto neppure un capello! Avremo ragione di questa campagna di odio soltanto mediante l’impeto decisivo con cui condurremo questa azione punitiva. Più che mai è necessario che tutto il Partito, come un sol uomo, segua con cieca obbedienza i suoi capi.

PROGRAMMA DEL PARTITO NAZIONALSOCIALISTA DEI LAVORATORI TEDESCHI, PARTE RIGUARDANTE L’ ORDINANZA DELLA DIREZIONE DEL PARTITO NAZIONALSOCIALISTA, DEL 28 MARZO 1933, PER LA CAMPAGNA ANTISEMITICA. (ADOLF HITLER)

* E’ in atto una campagna d’odio contro di me, il fascismo e l’Italia (Benito Mussolini, discorso al Senato, 1932)
* Campagna d’odio dell’Occidente contro l’Islam (Osama Bin-Laden)
* Il clima d’odio ha influenzato le menti labili, ma io vado avanti (Silvio Berlusconi, 20 dicembre 2009)
* Ho pensato che davvero dobbiamo contrastare queste fabbriche di menzogne, di estremismo e anche di odio (Silvio Berlusconi, 24 dicembre 2009)

Attenzione a coloro che hanno in bocca la locuzione ‘campagna d’odio’ e simili… A parlare così furono i dittatori. In Italia era il 1933, ad avere quella locuzione spesso in bocca era Benito Mussolini e tutti sappiamo come andò a finire.

Luca Rinaldi