Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Il parroco accusato dell’omicidio di Vignola: “le parole di Sergio mi ronzavano...

Il parroco accusato dell’omicidio di Vignola: “le parole di Sergio mi ronzavano nella testa”

don_giorgio_paniniIl miglioramento delle condizioni di don Giorgio Panini, il parroco di Vignola accusato dell’omicidio dell’amico Sergio Manfredini e del ferimento della moglie e del figlio di quest’ultimo, non sembrerebbe aver portato agli inquirenti alcun elemento utile per risolvere questo strano caso di cronaca nera.

Il sacerdote infatti, piantonato in ospedale per essere stato ferito in un disperato tentativo di difesa da uno dei due sopravvissuti, non ha saputo spiegare agli inquirenti le ragioni del suo gesto. Ai carabinieri e al magistrato che lo hanno interrogato, l’uomo ha dichiarato di avere ricordi molto vaghi e confusi. Don Giorgio Panini, pur riconoscendo l’omicidio, non si sa spiegare il motivo per il quale si sarebbe scatenato. Ai carabinieri il parrcoco ha solo detto: “Le parole che mi aveva detto Sergio mi ronzavano per la testa”, senza specificare che genere di parole.

Per gli inquirenti quindi, sembrerebbe ancora tutta in salita la strada per individuare un movente a quello che si stava per profilare come il giallo di Modena.

Il parroco di Vignola è attualmente accusato di omicidio volontario. Secondo i carabinieri, per ragioni sconosciute, si sarrebbe accanito con 20 coltellate contro Sergio Manafredini, l’uomo che da anni ospitava il prete nella sua abitazione. Successivamente don Giorgio Panini avrebbe rivolto l’arma verso Davide Manfredini, figlio della vittima, e verso la moglie, Paola Bergamini. Domani la decisione del gip sulla convalida del fermo.

Enzo Lecci

Comments are closed.