Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Salvador De Bahia: Carnevale ecosostenibile

Salvador De Bahia: Carnevale ecosostenibile

carnevaleMentre qui da noi abbiamo appena finito di scartare i regali sotto l’albero di Natale e il freddo e la pioggia la fanno da padroni in questi giorni di festa, in Brasile, a meno di due mesi dall\’inizio del Carnevale, fervono i preparativi per l\’evento che ogni anno catalizza l\’attenzione di tutto il popolo sudamericano.

Ma le parole d’ordine quest’anno sono: ambiente, eco-sostenibilità, carburanti ecologici.
A Salvador De Bahia, infatti, quest\’anno si svolgerà un carnevale \’ambientalmente sostenibile\’ . E\’ quanto ha annunciato la Petrobras, azienda parastatale del petrolio brasiliana, che fornirà biodiesel ai generatori e ai trios eletricos, i camion-palco delle band che animeranno le serate a ritmi travolgenti.

Le persone respireranno ‘aria nuova’ per le strade di Bahia, visto che il carburante impiegato sarà biologico: Con l\’uso del biodiesel al posto del diesel comune intendiamo ridurre le emissioni di gas nocivi tra le 10 e le 15 tonnellate durante il carnevale ha dichiarato Darcles Andrade, portavoce della Petrobras.
Una riduzione importante che si accompagna ad altre iniziative prese dall\’amministrazione comunale di Bahia la quale, sensibile alle problematiche ambientali, ha reso noto che i costumi di gran parte degli artisti partecipanti saranno realizzati con materiale riciclabile così come esclusivamente riciclabili saranno i bicchieri di carta o plastica che utilizzeranno i milioni di partecipanti alla rassegna in programma dall\’11 al 16 febbraio 2010.

Una strada, quella della sostenibilità, intrapresa anche a Viareggio, che per l\’edizione 2009 ha dato voce, attraverso la satira, ai problemi ambientali e alla crisi del petrolio. Burlamacco, la maschera simbolo e testimonial del Carnevale, creato per l\’occasione dal \’riciclaggio\’ delle maschere tradizionali, ha infatti sfilato in bicilcletta per promuovere la mobilità sostenibile.
Carnevale, dunque, è ironia ma anche riflessione con temi che spaziano dai problemi di attualità come l’immigrazione clandestina, la crisi economica, il consumismo, alla fantasia.

Eleonora Teti