Gli effetti della crisi:al freddo una famiglia ogni 10

Le indagini Istat, l’istituto nazionale di statistica,rivelano una realtà poco considerata, spesso snobbata a livello pratico, anche se molto gettonata a livello dialogico. La crisi economica ha colpito tutti i settori della società, dalle grandi banche ai singoli lavoratori dipendenti, ma come al solito sono questi ultimi e cioè l’anello più debole a rimetterci maggiormente.

Le statistiche hanno rilevato che  il 10,9 % delle famiglie italiane ( anche se le rilevazioni ovviamente sono fatte a campione) nell’inverno del 2008 sono rimaste al freddo, a causa della mancata possibilità di pagare il riscaladamento per la propria abitazione.

Un significativo aumento si è registrato anche nel campo riguardante l’impossibilità di acquistare vestiario adatto alla stagione. La percentuale è salita al 18,2 % contro il 16,9% del 2007. Incrementata anche la quota di persone che non è riuscita a pagare le bollette per tempo, 11,9 % nel 2008, 8,8 nel 2007.

L’effetto della crisi economica ha quindi inciso non solo sul potere d’acquisto delle singole unità familiari,ma talvolta sulle condizioni di vita quotidiana delle stesse. Se si pensa alle persone anziane o malate e a chi ha a casa dei bimbi piccoli si può facilmente immaginare quanti e quali disagi queste famiglie debbano affrontare.

Angelo Sanna