Testimoni assicurano che il terrorista del volo di Detroit non era solo

Una coppia di avvocati che il giorno di Natale si trovava sul famoso volo 253 della Northwestern Airlines afferma che Umar  Faroouk Abdulmutallab non era solo. Assicurano di aver visto nell’aeroporto di Amsterdam un uomo vestito in maniera elegante mentre aiutava il terrorista a salire sull’aereo senza passaporto.
Kurt e Lori Haskell, che dividono lo stesso studio di avvocati nel Michigan, stavano tornando da un safari in Uganda quando presero il famoso volo per Detroit. Secondo quanto dichiararono alla stampa di Detroit il giorno dopo il fallito attentato, gli Haskell erano seduti vicino alla porta di imbarco del volo quando videro Abdulmutallab e il suo misterioso amico. Del primo ricordano che aveva un aspetto giovanile, e che era poveramente vestito; mentre il secondo era di aspetto più imponente e elegante, forse di origine indiana. Sempre secondo il racconto della coppia, l’uomo ben vestito avrebbe presentato il nigeriano come un rifugiato sudanese abituato a viaggiare senza passaporto nel mondo post 11 di Settembre.
Gli Haskell assicurano che dovettero aspettare sei ore prima di essere interrogati dalla polizia federale, che avrebbe poi preso sotto custodia anche un altro uomo. Circostanza negata dalla stessa.
Annastella Palasciano