Bomba a New York? Solo un falso allarme

Per un ora, la polizia ha invaso e bloccato Manhattan a causa di un veicolo sospetto; per tutti gli abitanti della grande città americana sembrava di trovarsi davanti ad uno scenario già visto anni fa.
La macchina sospetta era un camioncino Dodge del 1992 con i vetri oscurati, perché era ritenuto sospetto? E’ stato parcheggiato per due giorni consecutivi e le forze dell’ordine hanno fatto scattare l’allarme proprio perché Times Square è punto in cui milioni di persone si trovano durante il giorno.

Nei pressi dei veicolo è stato inviato un robot per ispezionarlo, ma subito dopo l’allarme è cessato: questo incubo ha avuto inizio alle ore 11 a New York, l’area è stata bloccata all’accesso dei pedoni per fare poi entrare in funzione le squadre anti-bomba.
Proprio poco prima, il capo della polizia aveva richiesto una maggiore attenzione e misure di sicurezza ferree per l’arrivo del Capodanno.
Restano i ricordi terribili e la paura che tutto quello che è accaduto possa ripresentarsi, nessuno sa come e quando, ma la paura persiste. Del resto e’ proprio New York il bersaglio numero uno negli USA.

Alessandra Battistini