Fisco: Equitalia, lotta ad evasione frutta 7,5 miliardi nel 2009

La lotta all’evasione fiscale ha fruttato nel 2009 7,5 miliardi di euro. Questi i risultati resi noti dal gruppo Equitalia. I dati proiettati a fine anno sull’andamento delle riscossioni da ruolo – si legge in una nota – registrano un aumento medio del 7,5% rispetto al 2008 e del 12% rispetto al 2007.

Il totale di 7,5 miliardi equivale all’importo recuperato dei tributi non pagati dai contribuenti ma dovuti ai vari enti impositori (ossia ruoli erariali, ruoli previdenziali e ruoli di enti non statali).

Altro dato significativo è dato dalle riscossioni sulle grandi morosità (quelle superiori ai 500 mila euro): per esse l’aumento è stato del 13,3% annuo.

Equitalia ricorda che il successo delle riscossioni per quest’anno è in gran parte imputabile alla possibilità per i contribuenti di rateizzare delle cartelle, strumento che li ha portati a regolarizzare la propria posizione fiscale nonostante il periodo di crisi economica che li ha colpiti nel corso dell’anno.

In netto aumento le rateazioni: ben 445 mila,  il 155% in più rispetto al 2008. In totale le dilazioni di pagamento hanno raggiunto quota 620 mila per un totale di oltre 10 miliardi.

Per il direttore generale di Equitalia spa, Marco Cuccagna, si tratta di dati che dimostrano il  “significativo contributo del gruppo Equitalia alla collettività” in quanto “l’incremento degli incassi dei tributi non pagati, soprattutto in una fase di Pil negativo, va a tutto vantaggio dei cittadini che pagano regolarmente le tasse”.

Loredana Spedicato