Afghanistan, attentati: otto agenti CIA morti nella provincia di Khost; quattro soldati canadesi e una giornalista morti a Kandahar

Nella provincia di Khost è stata attaccata una  forward operating base (proprio la tipologia di sito che il Presidente americano Barack Obama vorrebbe chiudere) da parte di un attentatore suicida.

Il kamikaze, secondo fonti afghane, si sarebbe introdotto indossando un giubbotto esplosivo; il portavoce americano parla di 8 vittime, tutti agenti CIA. L’attentatore è un militare afghano e ciò spiegherebbe anche la sua facilità di introduzione nella base americana.

Altro attacco ieri a Kandahar. Una bomba ha provocato la morte di quattro soldati canadesi e di una giornalista che era al loro seguito: il suo nome è Michelle Lang. Giunta agli inizi di dicembre per conto del “Calgary Herald” si sarebbe dovuta fermare in tutto per un mese e mezzo.

Valeria Panzeri