A Brindisi, arrivano gli incentivi speciali contro l’emergenza randagismo

Uno dei problemi che riguarda le nostre città italiane, è senza dubbio l’emergenza randagismo. I canili che ospitano gli animali a quattro zampe, non sempre sono in grado di ospitare un numero abbastanza consistente di cani, e nella maggior parte dei casi le strutture appaiono poco consone, soprattutto da un punto di vista igienico.

Si è pensato così a delle soluzioni alternative, quali l’adozione a distanza e quella collettiva.

Per incentivare i cittadini a compiere tale pratica, il Comune di Brindisi ha messo a disposizione degli incentivi “speciali” che consisteranno nella fornitura gratis per un anno di croccantini per cani, alla famiglia che deciderà di adottare un randagio. Un’iniziativa lanciata in attesa di costruire nuove strutture idonee ad ospitare il “miglior amico dell’uomo”.

L’amministrazione della piccola cittadina pugliese, in alternativa propone un’adozione a distanza del cucciolo, finalizzata all’accudimento dell’animale: “Scommettiamo sull’innamoramento favorendo un’adozione responsabile: la persona impara a conoscerlo e alla fine magari se lo porta a casa”, ha spiegato l’assessore comunale dell’Ecologia.

Se poi si vive in condominio, ovviamente dotato di apposito spazio, si potrebbe addirittura pensare di procedere con un’adozione di gruppo.

Un’iniziativa sicuramente intelligente, per far fronte ai 150 mila cani randagi italiani.

Emanuela Longo