Attentato di Reggio Calabria: la città risponde

Don Luigi Ciotti

La città di Reggio Calabria, ancora scossa per lo scoppio della bomba presso il palazzo della Procura generale nella notte tra il 2 e 3 gennaio scorsi, risponde agli attentatori. E lo fa con un sit-in silenzioso proprio davanti al luogo dell’attentato, organizzato dall’Associazione Antimafia Libera.

Il presidente di Libera, don Luigi Ciotti, ha affermato: “A nome anche delle altre 1500 realtà associate voglio esprimere tutta la mia vicinanza e il mio sostegno alla Procura generale di Reggio Calabria e ai giudici che vi operano. Un impegno, quello della magistratura reggina che, con l’apporto fondamentale e generoso delle forze di polizia, sta ottenendo, nel segno della continuità, risultati importanti e merita tutta la nostra gratitudine e riconoscimento”.

Anche i sindacati si stanno mobilitando per portare il proprio supporto e Cgil, Cisl e Uil di Reggio Calabria hanno in programma per giovedì prossimo una fiaccolata davanti al Palazzo della Procura generale.

Valeria Panzeri