Napoli, parla Mazzarri: “Ora voglio il salto di qualità”

width=300
Walter

Dell\’arrivo di Dossena dal Liverpool non vuole ancora parlare. Del resto è nel suo stile, mai parlare di un trasferimento prima che manchi l\’ufficialità, anche se manca davvero solo quella per considerare il terzino della Nazionale un giocatore del Napoli. Non voglio dire niente riguardo al mercato – ha chiarito Walter Mazzarri – . Per potersi sbilanciare servono le firme, fino a quando non arriva l\’ufficialità può succedere di tutto.

Il tecnico del Napoli è invece molto concentrato sulla gara contro l\’Atalanta: So che il Napoli ha una tradizione negativa sul campo di Bergamo, ma non mi preoccupo di questo: ogni anno ha la sua storia. La mia attenzione è focalizzata sull\’Atalanta, una squadra che, se l\’avversario glielo permette, gioca molto bene. Dovremo essere molto pronti sia dal punto di vista mentale che da quello fisico, perchè non voglio ripetere gare come quelle contro Catania e Chievo.

La partita di domani sarà complicata anche per un altro motivo: la pausa natalizia. Le gare dopo le soste hanno sempre delle incognite, ma questo lo sappiamo e vale sia per noi che per loro. Non dev\’essere un alibi, anzi: d\’ora in avanti mi aspetto dalla mia squadra un ulteriore salto di qualità.

Mazzarri deve risolvere qualche problema in difesa, vista l\’assenza di Paolo Cannavaro: Il capitano sicuramente non ci sarà, e anche Contini non è al massimo. In più, Santacroce non l\’ho mai avuto. Spero davvero di poter recuperare Contini, altrimenti sarò con i giocatori contati. Potrei essere costretto ad utilizzare in difesa Aronica, Zuniga e Grava.

In questi giorni è arrivato anche il rinnovo del contratto di Gargano, che sembra aver restituito serenità al giocatore. Questo rinnovo può caricarlo ulteriormente – precisa Mazzarri – , ma quando si va in campo per gli allenamenti o per le partite i contratti bisogna dimenticarli.

Pier Francesco Caracciolo