Arrestato in Yemen il presunto capo dell’organizzazione terroristica al Qaeda. Riaprono le ambasciate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:09

Questa mattina è stato arrestato colui che sembrerebbe essere il presunto capo dell’organizzazione terroristica al Qaeda, Mohammad Ahmed al-Hanak. La notizia è giunta in seguito ad un comunicato del ministero degli Interni di Sana’a.

Oltre al capo, sono stati catturati altri due militanti terroristici che già lo scorso lunedì erano rimasti feriti in un raid, ma riusciti a farla franca.

Intanto, sempre questa mattina è stata riaperta l’ambasciata degli Stati Uniti nella capitale dello Yemen, rimasta chiusa a causa delle continue minacce terroristiche degli ultimi giorni. Tuttavia, in un comunicato, la stessa ambasciata americana annuncia: “Le minacce di attacchi terroristici contro gli interessi americani restano comunque elevate”.

Oltre all’ambasciata americana, anche quella britannica e francese nello Yemen, hanno ripreso la loro normale attività, nonostante i rispettivi consolati restino al momento chiusi.

Emanuela Longo